Perchè usare troppe parole chiave è controproducente

Il riempimento di parole chiave è l’inserimento eccessivo di qualsiasi termine che stai cercando di classificare in tutto l’articolo.

Internet è uno spazio completamente diverso rispetto a 20 anni fa. Se ricordi i giorni di GeoCities e Angelfire, allora probabilmente hai visto in prima persona quanto sia terribile riempire il sito con troppe parole chiave e perché deve essere evitato. Allo stesso modo, chiunque abbia trascorso del tempo online tra il 2008 e il 2013 (circa) ha visto l’ascesa e la caduta del riempimento di parole chiave come un modo efficace per ottenere contenuti fragili in alto nelle ricerche, ma senza alcun vantaggio reale per utente. Allora, qual è il riempimento di parole chiave? Andiamo a fondo in modo da non ripetere i peccati del passato.

Che cos’è esattamente il riempimento di parole chiave?

Quando si arriva al punto, il riempimento di parole chiave è l’inserimento goffo di qualsiasi termine che stai cercando di classificare in tutto l’articolo. Che ci stia o no.

Ai vecchi tempi di Internet, prima che gli algoritmi di ricerca fossero intelligenti come lo sono oggi, le persone potevano giocare con il sistema inserendo parole chiave irrilevanti nei loro post e classificandosi per argomenti che erano solo (se gli utenti erano fortunati) tangenzialmente correlati al principale argomento. Perché all’epoca Google e altri motori di ricerca non erano abbastanza sofisticati da rendersi conto che solo perché un sito diceva che vendiamo i migliori noodles da piscina 40x, potrebbero effettivamente essere solo una pagina pubblicitaria parcheggiata che, in effetti, non vendeva il meglio tagliatelle in piscina.

Da allora, Google e altri motori di ricerca sono diventati molto più intelligenti, prendendo in considerazione la SEO semantica e l’intento di ricerca sui siti. Vuoi ancora scegliere come target le parole chiave (altrimenti come nel mondo gli utenti oi robot troveranno il tuo sito?), Ma vuoi farlo in modo intelligente. Non arbitrariamente.

Perché usare troppe parole chiave è negativo

Dal punto di vista tecnico, il riempimento delle parole chiave è negativo perché Google penalizzerà il tuo sito e non lo classificherà nei risultati di ricerca. In termini di scenario peggiore, essere inseriti nella lista nera di Google e non classificarli è una specie di grosso problema.

Dall’altro lato, l’esperienza dell’utente è un fattore importante per non utilizzare più parole chiave in eccesso. La leggibilità e l’intento di ricerca sono estremamente importanti oggigiorno perché competi con così tante altre piattaforme per attirare l’attenzione dei tuoi lettori. Vuoi essere conciso, succinto e non sprecare il loro tempo.

Il riempimento delle parole chiave fa perdere tempo. Sono arrivati ​​al tuo sito con una query specifica, alla ricerca di informazioni specifiche. L’inserimento di parole chiave offusca quell’informazione, ammesso che sia presente. Lo nasconderai dietro un muro di parole inutili e ridondanti. A volte, quando accumuli i termini in un paragrafo, le parole smettono di avere senso. E se i tuoi visitatori non riescono a trovare ciò di cui hanno bisogno con solo una scansione e un paio di pergamene, se ne andranno e faranno clic sul risultato successivo nella ricerca.

Certo, hai ottenuto il loro clic e la singola impressione dell’annuncio, ma la tua frequenza di rimbalzo sarà follemente alta e quella persona non sarà un cliente … probabilmente in qualsiasi momento.

Come puoi evitarlo

Oltre a seguire le normali best practice per l’ottimizzazione della SEO del tuo sito, puoi seguire un paio di semplici linee guida per mantenere i tuoi lavori liberi da riempimenti e il più chiari e classificabili possibile.

Crea buoni contenuti

Il modo migliore per evitare questo errore SEO è scrivere contenuti che le persone vogliono leggere. Questa è una specie di regola numero uno per la creazione di contenuti Internet. Inoltre, crea contenuti che rispondano alle domande delle persone. Se stai facendo una carrellata dei migliori noodles da piscina, ovviamente utilizzerai quel termine in modo organico. Frasi come “Il SuperNoodleXL è uno dei migliori noodles da piscina disponibili, battuto solo dal NoodleXtreme” includono il termine di ricerca e si legge come qualcosa che direbbe una persona reale.

Se crei contenuti che qualcuno vorrebbe leggere, il riempimento di parole chiave non sarà nemmeno un problema. Pensa ai termini di ricerca che utilizzi, quindi guarda i siti più utili. Di solito, questi sono post scritti in modo organico che rispondono alla tua domanda. Forse spiegheranno alcuni dettagli o forniranno anche risorse. Non solo fornire uno o due paragrafi che si leggono come un thesaurus.

Non scrivere come se fosse il 2008

È onestamente più difficile di quanto ti aspetteresti a volte. Fortunatamente, Yoast aiuta moltissimo in questo, assicurandosi che all’interno della sua scheda SEO, puoi vedere molte metriche sulla tua frase chiave su una scala verde-arancione-rossa da buono a cattivo.

Densita delle parole chiave
Mentre ognuno di questi elementi dovrebbe essere preso in considerazione per la SEO del tuo articolo, quelli riguardanti il ​​riempimento di parole chiave in particolare sono la densità e la distribuzione delle frasi chiave.

La densità delle frasi chiave è semplicemente il numero di volte nel tuo articolo che usi il tuo termine. Yoast ti dirà se stai esagerando. Tieni presente che Yoast lo sta monitorando dinamicamente per tutta la lunghezza del tuo post. Quindi un articolo di 400 parole verrà sgridato per avere troppi usi di parole chiave che andrebbero bene in un post di 1200 parole. Come puoi vedere nell’esempio, un post di 600 parole viene visualizzato in verde in 10 istanze della parola chiave, all’incirca ogni poche frasi. Non tutti quanti.

In termini di distribuzione delle frasi chiave, Yoast ti sta dicendo di tenerle abbastanza sparse da non diventare frustrante da leggere. O che non stai riempiendo una parte del post su questo argomento e un’altra parte su questo. I lettori cercano informazioni, mentre i motori di ricerca cercano parole chiave. Semanticamente, però, vuoi scrivere per gli umani, il che significa diffondere la tua particolare frase chiave in tutto il tuo post. Il che risale ancora alla scrittura di contenuti che le persone vorranno leggere.

In conclusione

Il riempimento di parole chiave, nonostante sia abbastanza facile da evitare, affligge ancora molti siti Web. Li trattiene, non solo nei risultati di ricerca, ma anche nella creazione di un pubblico. Usa plugin come Yoast e considera il tuo lavoro letto da persone reali. Solo queste due cose possono cambiare e cambieranno il modo in cui Internet vede i tuoi contenuti, sia in termini di utenti effettivi che di robot che Google e altri motori di ricerca ti inviano.

Quali sono le tue strategie SEO per evitare il riempimento di parole chiave?

Mostra/Nascondi Commenti (0 commenti)
L

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare…

Mag 14 2022

Indirizzo Https: cosa è e a cosa serve

In questo post scoprirai cos’è un indirizzo https e quali vantaggi e benefici porta a un sito WordPress.
Sitemap XML
Mag 09 2022

Sitemap XML: cosa è e a cosa serve

In questo articolo trovi tutte le informazioni fondamentali sulla Sitemap XML: cos’è, come si crea, dove si mette, come si invia a Google?
SEO Copywriting WordPress
Mag 08 2022

SEO Copywriting: come aumentare le visite al sito da Google

Vuoi capirne di più di SEO copywriting? In questo articolo scoprirai 5 tecniche per portare traffico gratuito direttamente al tuo sito.
AnswerThePublic genera traffico
Dic 13 2020

Come usare AnswerThePublic per generare traffico al sito

Esamineremo come usare la versione gratuita di Answer The Public per generare più traffico organico verso il sito.
Dic 07 2020

Quanto tempo ci vuole per posizionare un sito su Google?

Elenchiamo i fattori più importanti che influenzano il ranking di un sito web e il suo posizionamento su Google.
Nov 09 2020

Cosa sono le parole chiave a coda lunga? Una semplice guida per il SEO

Usa qualsiasi servizio SEO e vedrai “parole chiave” o “frasi chiave”. Si tratta di 1-3 parole che desideri classificare nei motori di ricerca.
Nov 09 2020

Tutto ciò che devi sapere sui nomi di dominio

Che tu stia lanciando il tuo primo sito web o lavorando alla crescita di uno esistente, il tuo nome di dominio è un fattore centrale.

Crea siti Web professionali con i layout Divi

Prova i nostri layout per il tema Divi, usato da web agency e professionisti di WordPress!

Membership

Sepa

10,00 €  per sempre!

Con l’aggiunta di nuovi layout, il prezzo
può essere soggetto a modifiche.

R Più di 50 Layout Divi
R Download illimitati
R DOCUMENTAZIONE
R Assistenza PER email

10,00 €  per sempre!

Con l’aggiunta di nuovi layout, il prezzo
può essere soggetto a modifiche.